Le Priare

priareSe già non bastasse la presenza dei due manieri in cima alla collina e il paesaggio mozzafiato con i riferimenti storici legati a Da Porto e agli scaligeri ad alimentare la convinzione che una Giulietta con il suo Romeo siano vissuti qui, un contributo suggestivo viene anche da sottoterra.

Subito dopo il Castello di Romeo e prima di quello di Giulietta si trova l’imbocco alle PRIARE, reticolo ipogeo, sotterraneo, composto da camini e sale che si sviluppano per 1.500 metri di lunghezza fin sotto la casa di Giulietta e chissà che mai la collegasse all’altro maniero e dove, al riparo dalla vista di chicchesia, si incontrassero i due giovani.

Dal 2008 questo spazio evocativo è aperto al pubblico e, grazie all’aiuto di guide attente e appassionate, muniti di caschetto, bambini e adulti, ma anche esperti geologi si possono addentrare nei camini naturali ciechi che intersecano percorsi costruiti dall’uomo a seguito di estrazioni di pietra tenera che servì ad edificare molti manufatti dei dintorni come la tiepolesca Villa Cordellina e nella stessa Vicenza all’epoca di Palladio.

Oltre alle visite guidate curate dalla locale Pro Loco, le Priare hanno ospitato e ospitano diverse iniziative di riprese televisive e di video clip musicali, mostre in particolare di manufatti di pietra e marmo, spettacoli teatrali ispirati alla novella di Luigi da Porto e alla tragedia di William Shakespeare anche su richiesta per gruppi di turisti.
Grazie alla temperatura costante di 14/15 gradi, estate ed inverno, in uno spazio protetto delle Priare, sono conservati i vini della cantina Ballaguardia – metodo classico in attesa della giusta maturazione. Anche in questo caso, su richiesta, vengono organizzate degustazioni nella suggestiva cornice delle cosiddette Grotte di Giulietta.Teatro tocave  priareband

Condividi
Tweet about this on TwitterShare on FacebookEmail this to someone